adesso

Nasce Kuna Spazio Sacro

 

 

È un luogo di incontro innanzi tutto con se stesse/i,

 

​uno spazio dove ascoltare in profondità cosa è presente in noi e come prendercene cura.

 

Attraverso vari canali è possibile dar voce a come ci sentiamo: con il Counseling attraverso la parola,

 

con i trattamenti Shiatsu e i Massaggi di Bioenergetica lasciando esprimere il corpo e i suoi punti riflessi,

 

con il Reiki, i Fiori di Bach, i Cristalli attraverso la dimensione più sottile del campo vibrazionale.

 

Propone semplici metodi di contatto profondo con sé stessi e con gli altri, sedute individuali e piccoli cerchi in gruppo.

 

Si trova nella zona della Garbatella, in un’area residenziale dove è possibile fare lunghe passeggiate in un contesto

 

verde e tranquillo.

 

Offriamo:

 

· Seminari e trattamenti Reiki, metodo Mikao Usui

 

· Massaggi di Equilibrio Energetico

 

· Trattamenti Shiatsu

 

· Fiori di Bach

 

· Lavoro con le vibrazioni di pietre e cristalli

 

· Cerchi di condivisione

 

· Sessioni di movimento spontaneo

 

· Stretching dei meridiani

 

Siamo:

 

Sirka Cristina Capone, master Reiki, Counselor Olistico, massaggiatrice e operatrice olistica con varie specializzazioni

 

Elisabetta De Bartolomeo Operatrice Shiatsu, diplomata presso l’Istituto Europeo di Shatsu, e danzatrice

 

iscritta alla Fisieo (federazione italiana Shiatsu)

 

Per informazioni e prenotazioni potete chiamare al 328 2635855

 

Scrivere a sirkarte@gmail.com

 

O su facebook: Kuna Spazio Sacro

 

A ROMA VIA GIOVANNIPOLI 65 zona San Paolo-Garbatella

Maggio 2016

 

Imparare a morire

 

Una piccola comunità di persone si sono incontrate intorno al letto di Roberta, un'amica

cara che aveva scoperto di avere un cancro otto mesi fa, una mutazione genetica, le hanno detto.

A metà mese la situazione è degenerate nel giro di pochi giorni e Roberta ha cominciato il suo lento viaggio per lasciare il corpo. In una settimana circa ci siamo ritrovati accanto a lei in tante bellissime persone, unite dall'amore e dalla commozione.

Un po' in questi giorni abbiamo imparato a morire.

Morire che è lasciare andare, morire che è salto nell'ignoto, morire è non sapere più niente di ciò che si sa, Morire che è anche Rinascere.

 

Iniziare il viaggio verso la morte equivale a saltare dentro la vita e imparare a starci con la consapevolezza della morte. Gioirne nella consapevolezza della morte, nutrirsene a pieno.

 

Insomma, imparare a vivere.